Nutrigenomica e Farmacogenomica

Gli obiettivi della NUTRIGENOMICA sono quelli di studiare i meccanismi molecolari che sono alla base delle interrelazioni tra nutrienti e salute, individuare le informazioni genetiche e le connessioni tra nutrienti e geni e permettere di individuarne le terapie più idonee.

Il progressivo miglioramento delle tecniche di ingegneria molecolare e di nuovi strumenti di indagine ha ampliato e chiarito il ruolo dell’interazione tra genetica e nutrizione. Per approfondire le funzioni e i ruoli dei differenti geni e come questi interagiscono tra di loro o a loro volta nella loro relazione inscindibile con la salute umana possiamo ora disporre di tecnologie avanzate come:

  • la NUTRIGENETICA
  • l’EPIGENETICA
  • la TRANSCRIPTOMICA
  • la PROTEOMICA
  • la METABOLOMICA

Queste tecnologie ci aiutano a risolvere i quesiti irrisolti e identificare quei processi molecolari che partendo dal genotipo al fenotipo dell’informazione genetica sono racchiuse nel DNA e quindi ci consentono di leggere i potenziali rischi di sviluppo di qualunque tipo di malattia.

La FARMACOGENOMICA invece è la scienza che consente di studiare e identificare quei geni che correlano e dimostrano l’efficacia di alcune sostanze farmacologiche permettendo di identificare terapie personalizzate per alcune patologie senza effetti collaterali.

La NUTRIGENOMICA e la FARMACOGENOMICA offrono quindi indicazioni in campo nutrizionale e farmacologico e prospettano risultati sulla base della mappa genetica che fa di ogni individuo un soggetto unico e irripetibile.

SCIENZA E TECNOLOGIA AVANZATA

L’EPIGENETICA studia i cambiamenti delle proprietà metaboliche di una cellula che sono ereditabili e influenzano il fenotipo senza alterare il genotipo chiarendo il ruolo dell’interrelazione tra genetica e nutrizione.

La TRANSCRIPTOMICA analizza l’espressione dei geni di un sistema biologico in particolari condizioni specifiche.

La PROTEOMICA è in grado di caratterizzare tutte le proteine e aminoacidi che compaiono in un sistema biologico di individuare le funzioni e le interrelazioni con altre molecole biologiche comprese la capacità di trasporto (carrier) e le relative modifiche o scissioni traslazionali e di ricombinazione.

Un ruolo innovativo e sempre più centrale per lo studio o la ricerca dei potenziali meccanismi riguardanti il metabolismo e la sua relazione con i geni è rappresentato dalla METABOLOMICA che è in grado di fornire l’analisi quantitativa di tutti i metaboliti che sono presenti in un sistema biologico e che guidano l’imprinting di molte malattie croniche.